Home » Privati & Famiglie » Mutui » Menu » Approfondimenti » Il modello ESIS

Il modello ESIS

Il codice di condotta europeo per i mutui casa prevede che la banca fornisca al cliente un prospetto standardizzato con i dettagli del mutuo richiesto.
L'operazione è gratuita e non vincolante nè per il cliente, che può rifiutare l'offerta senza dover sostenere alcuna spesa, nè per la banca, che può comunque rifiutarsi di concedere il prestito.
Le cifre riportate nel modello sono relative al momento in cui è stato prodotto l' ESIS e potranno subire variazioni al momento della stipula del contratto, seguendo l'andamento del mercato.

 

Il modello ESIS contiene le seguenti 15 sezioni:

1) Nome della banca che eroga il mutuo

 

2) Descrizione del mutuo:

- Nome del prodotto (ad es. " mutuo elastico")
- Modalità di rimborso (rateale, in unica soluzione etc)
- Importo massimo finanziabile, in percentuale del valore di perizia dell'immobile o delle opere oggetto di finanziamento
- Tipo di garanzia richiesta (ad es. ipoteca di primo grado)
- Eventuale indicazione di un terzo garante, qualora richiesta

 

3) Tasso annuo nominale:

- Misura del tasso applicato:

  • a) per mutui a tasso fisso è la misura del tasso (es. 5%);
  • b) per mutui a tasso variabile sono indicati sia l'eventuale tasso d'ingresso che la formula di calcolo del tasso a regime ( ad es. EURIBOR a tre mesi + 1,25%);
  • c) per mutui a tasso misto sono indicati il tasso iniziale, la durata del periodo iniziale, il secondo tasso e la sua durata (es. tasso iniziale 3% per il primo anno, Euribor tre mesi + 1,25% per i restanti 9 anni);
- Tipo di tasso applicato (tasso fisso, variabile, misto etc);
- Modalità di variazione del tasso: per mutui a tasso variabile è indicata la periodicità di variazione del tasso (ad es. semestrale) e il parametro di riferimento;
- Durata del periodo iniziale a tasso fisso per i mutui a tasso misto;

 

4) TAEG (tasso annuo effettivo globale):
indicazione sintetica del costo effettivo del finanziamento comprendente anche le spese accessorie (vedi Termini tecnici).

5) Ammontare del finanziamento richiesto ed eventuale valuta dell'operazione (es. Yen).

6) Durata del contratto: viene indicata la durata totale del mutuo, comprensiva dell'eventuale periodo di preammortamento.

7) Numero e frequenza dei pagamenti: viene indicato il numero delle rate di ammortamento e quello, eventuale delle rate di preammortamento, e la loro periodicità.

8) Mutui a rimborso rateale: Importo della rata; è indicato l'importo rata calcolato secondo il tasso a regime; il piano di ammortamento completo viene comunque allegato al modello ESIS.

9) Mutuo con rimborso capitale in unica soluzione (tipo di mutuo che prevede il pagamento degli interessi e, separatamente, la sottoscrizione di una polizza assicurativa o altro strumento finanziario atto a rimborsare il capitale in unica soluzione alla scadenza del contratto):

- Importo di ciascun pagamento periodico di interessi;
- Importo di ciascun pagamento periodico allo strumento finanziario previsto per l'ammontare del capitale;
- Quota capitale a carico del cliente non coperta dallo strumento finanziario;
- Obbligo per il cliente di accettazione dello strumento finanziario proposto dalla banca;

 

10) Spese accessorie non ricorrenti:

- Elenco delle spese previste all'atto della stipula del contratto (di origine bancaria e non; ad es spese notarili, di perizia, di istruttoria pratica);
- Stima dell'ammontare complessivo delle spese iniziali di pertinenza bancaria;
- Indicazione dell'obbligarietà di accettazione dei servizi offerti dalla banca;

 

11) Spese accessorie ricorrenti:

- Elenco delle spese ricorrenti non incorporate nel calcolo della rata (es. assicurazione);
- Elenco delle spese ricorrenti non incorporate nel calcolo della rata (es. assicurazione);
- Indicazione dell'obbligatorietà di avvalersi dei servizi offerti;

 

12) Rimborso anticipato:

- Indicazione delle condizioni per le quali è possibile estinguere anticipatamente il mutuo;
- Importo della penale applicata al cliente in caso di estinzione anticipata (in percentuale sul capitale riborsato, con eventuale minimo);

 

13) Ufficio reclami della banca: estremi dell'ufficio della Banca a cui rivolgersi per eventuali problemi.

14) Piano di ammortamento: viene allegato il piano di ammortamento per il mutuo proposto.

15) Obblighi per il mutuatario:

- Indicazione dell'obbligo o meno di domicialiazione del conto corrente presso la Banca;
- Indicazione dell'obbligo o meno di domicialiazione dello stipendio presso la Banca;

Trasparenza  -  Privacy  -  Reclami  -  Mappa del sito

Cassa di Risparmio di Fermo S.p.a. - Via Don Ernesto Ricci, 1 - 63900 FERMO (FM)
Capitale Sociale € 39.241.087,50 i.v. - Numero iscrizione registro imprese di Fermo e Codice fiscale e Partita i.v.a. 00112540448
Tel. 0734 286.1 – Telefax 0734 286 201 - PEC: direzione.carifermo@legalmail.it - Swift CRFE IT 3F
Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e al Fondo Nazionale di Garanzia



questo sito è conforme alla legge 4/2004