Logo-CARIFERMO

Logo-CARIFERMO

Menu generale
Chiudi MENU
Home » CHI SIAMO » NEWS

News

Il nostro impegno. Esserci
Data pubblicazione : 17/03/2020

Le iniziative di Carifermo per imprese e famiglie in seguito all’emergenza COVID19

Carifermo sta prestando massima attenzione alle misure prese da Abi e governo a sostegno di famiglie e micro, piccole e medie imprese.

 

La Banca ha aderito all’ ”Addendum all’Accordo per il Credito 2019”, sottoscritto da Abi e Associazioni di rappresentanza delle Imprese, con cui è stata estesa ai prestiti concessi fino al 31 gennaio 2020 a micro, piccole e medie imprese che hanno subito danni dall'emergenza COVID-19, la possibilità di chiedere la sospensione o l'allungamento.

La sospensione può essere chiesta fino ad un anno mentre per le operazioni di allungamento il periodo massimo può arrivare fino al 100% della durata residua dell'ammortamento con la possibilità di sospendere o la sola quota capitale o l'intera rata.

 

Da subito l’Istituto ha analizzato e si sta attivando per attuare il nuovo decreto ministeriale #Curaitalia approvato ieri, che prevede diverse misure, tra cui:

 

- potenziamento del fondo centrale di garanzia per le piccole e medie imprese, anche per la rinegoziazione dei prestiti esistenti;

- rafforzamento dei Confidi per le microimprese, attraverso misure di semplificazione;

- estensione ai lavoratori autonomi e semplificazione dell’utilizzo del fondo per mutui prima casa;

- liquidità e garanzie da CPD alle imprese con fatturato ridotto per emergenza virus.

 

Carifermo è a disposizione per valutare insieme interventi specifici e diretti, oltre a quelli previsti dall’ultimo decreto.

 

Si ricorda inoltre che diverse operazioni si possono effettuare autonomamente tramite Carifermonline e Prima Web. Proprio per incentivare l’utilizzo dei servizi di Internet Banking, Carifermo ha attivato una promozione che prevede, per le nuove attivazioni entro il 30 aprile, la gratuità del canone mensile fino al 30 settembre.

 

 

Questa notizia รจ stata visualizzata 487 volte
indietro